Accedi o Registrati
 
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla


 

ricerca avanzata         ricerca multipla

BIBLIOTECA DI BABELE

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi
Comprovendodischi.it



Porta in Alto









 
Misopogon Libri Usati







 

 

 
 
Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli.

 

Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli.
 

Autore: Brigata Alpina Julia ( Tenente colonnello Alfredo Bartolozzi)
Editore: Tipografia Arsenale Esercito – Torino
Anno:1963
Condizioni: COME NUOVO
Categoria: MILITARI MILITARIA ALPINI ESERCITO ITALIANO BRIGATA JULIA MULI CONDUCENTI AUTOGRAFO ASSOLUTA RARITA’
ID titolo:53980645

"Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli." è in vendita da martedì 31 luglio 2018 alle 11:46 in provincia di Parma

Note su "Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli.":
’’Generoso animale che ha sempre dato agli uomini senza mai pretendere nulla che non fosse un po’ di biada e un po’ di attenzione, anch’esso avviato, purtroppo, sulla triste via dell’estinzione. Compagno d’armi, pioniere delle nuove conquiste, forte negli aspri cimenti, paziente nelle dure privazioni. Dimenticato dai più nella gloria della vittoria...’’ questo ci ricorda la lapide, sulla tomba di un mulo, posta dagli alpini della ’Pusteria’ a Mai Ceu nel 1936.
Il mulo e l’alpino hanno iniziato la loro collaborazione a partire dalla fondazione del Corpo nel 1872. Ma cos’è il mulo: è un bizzarro animale che non esiste in natura, ma è un incrocio, la cui origine si perde nell’antichità, tra l’asino stallone e la cavalla il cui frutto è un animale sterile chiamato Mulo. Il contrario, ovvero l’incrocio tra un cavallo stallone ed un’asina, è chiamato Bardotto.L’aspetto esteriore dipende direttamente dalle razze asinine e cavalline usate per l’incrocio. Tuttavia si può dire che nella maggioranza dei casi ha, rispetto all’asino, dimensioni maggiori e rispetto al cavallo testa e zampe in proporzione più grandi e massicce. Le orecchie sono più allungate. Dalla selezione, che avvenne nell’arco del tempo, si ottenne un animale da soma di costituzione assai forte e robusta alla quale si assommavano caratteristiche quali la rusticità, la resistenza alle malattie, l’adattabilità ad ambienti sfavorevoli, la sobrietà. Va da sé che un tale animale era il giusto complemento il cui inserimento nelle neonate Truppe Alpine avrebbe risolto il problema dei trasporti in ambiente montano. I muli nell’esercito venivano suddivisi in classi a seconda delle caratteristiche fisiche: altezza al garrese, forza fisica, resistenza:I muli di prima classe erano i più robusti e venivano usati per il trasporto di armi e munizioni, in particolare per il trasporto dei pezzi d’artiglieria che si compongono di 3 pezzi: piastra, affusto e bocca da fuoco. Infatti il mortaio da 120 necessitava di almeno tre alpini per essere trasportato a spalla.
Quelli di seconda e terza classe erano, invece, più piccoli e meno resistenti e venivano solitamente usati dalla fanteria alpina per il trasporto di tende, munizioni e approvvigionamenti vari. Per assolvere al loro compito gli alpini furono dunque dotati del fedele alleato sin dalle loro origini. Infatti ad ogni compagnia fu assegnato un mulo ed una carretta per il trasporto di vettovagliamenti e munizioni. Il binomio mulo-alpino ha dunque la stessa origine del Corpo stesso. Nel 1877 con atto n° 132 veniva decisa la marcatura che avveniva a fuoco sulla fascia esterna dello zoccolo anteriore sinistro a distanza di 15 mm. Tale numero veniva rinnovato per l’accrescimento dell’unghia o per la ferratura dell’animale. Vista la sua utilità già nel 1888 il numero dei muli salì a 8 diventando di fatto un ’’soldato a quattro zampe’’, ma la vera simbiosi iniziò durante la Grande Guerra.
Brossura morbida a filo illustrata a colori, titoli color ocra, formato in 8° cm. 16,5 x 24, bel fregio in tricromia della divisione alpina ’Julia’ in antiporta , pagine XV + 123 . Numerose illustrazioni e disegni in b/n intercalate n/t. Condizioni usato allo stato del nuovo, eccezionale freschezza dell’opera , firma dell’Autore in copertina. Edizione fuori commercio ad uso delle forze armate Alpine , manuale rarissimo e ricercatissimo allo stato del nuovo, splendido pezzo da collezione. Opera arricchita da : volumetto ( cm. 11 x 17,5) ’’ Le fiaccature del mulo ’’ , pagine 19, edito a cura Ministero della difesa nel 1963 , ( prefazione a cura del ministro Andreotti) e cartonato composto da quattro facciate riportante 11 passaggi de ’’Il mulo al suo conducente ’’ ( veramente affettuoso) - ’’……Quando andrai in congedo non dimenticare che ti ho servito con tutte le forze e compensami nell’atto in cui mi dai in consegna al nuovo conducente . Spiegagli i miei difetti, digli che mi tratti bene e ne trarrà vantaggio’’.
Introvabile e curioso lotto che racchiude tutti i passaggi nei rapporti tra il ’’ il mulo alpino e il suo conducente’’.
Il presente volume fa parte della mia collezione personale.











 

Cerca il titolo su

           

 

Chiedi un contatto per avere informazioni o eventuale acquisto del libro:
"Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli."
Utente verificato paolopr64 Telefono disponibile
vende "Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli."  di Brigata Alpina Julia ( Tenente colonnello Alfredo Bartolozzi) in provincia di Parma

Segui     Controlla le segnalazioni

Ha utilizzato Comprovendolibri 2 giorni fa.

feedback positivi 91 positivi    

feedback positivi 91 positivi

Vedi tutti i Feedback

Tempo medio di risposta del venditore: entro 5 ore  (calcolato su 79 compravendite)

Informazioni sul venditore:
MILITARI MILITARIA ALPINI ESERCITO ITALIANO BRIGATA JULIA MULI CONDUCENTI AUTOGRAFO ASSOLUTA RARITA’. ’’Generoso animale che ha sempre dato agli uomini senza mai pretendere nulla che non fosse un po’ di biada e un po’ di attenzione, anch’esso avviato, purtroppo, sulla triste via dell’estinzione. Compagno d’armi, pioniere delle nuove conquiste, forte negli aspri cimenti, paziente nelle dure privazioni. Dimenticato dai più nella gloria della vittoria...’’ questo ci ricorda la lapide, sulla tomba di un mulo, posta dagli alpini della ’Pusteria’ a Mai Ceu nel 1936.
Il mulo e l’alpino hanno iniziato la loro collaborazione a partire dalla fondazione del Corpo nel 1872. Ma cos’è il mulo: è un bizzarro animale che non esiste in natura, ma è un incrocio, la cui origine si perde nell’antichità, tra l’asino stallone e la cavalla il cui frutto è un animale sterile chiamato Mulo. Il contrario, ovvero l’incrocio tra un cavallo stallone ed un’asina, è chiamato Bardotto.L’aspetto esteriore dipende direttamente dalle razze asinine e cavalline usate per l’incrocio. Tuttavia si può dire che nella maggioranza dei casi ha, rispetto all’asino, dimensioni maggiori e rispetto al cavallo testa e zampe in proporzione più grandi e massicce. Le orecchie sono più allungate. Dalla selezione, che avvenne nell’arco del tempo, si ottenne un animale da soma di costituzione assai forte e robusta alla quale si assommavano caratteristiche quali la rusticità, la resistenza alle malattie, l’adattabilità ad ambienti sfavorevoli, la sobrietà. Va da sé che un tale animale era il giusto complemento il cui inserimento nelle neonate Truppe Alpine avrebbe risolto il problema dei trasporti in ambiente montano. I muli nell’esercito venivano suddivisi in classi a seconda delle caratteristiche fisiche: altezza al garrese, forza fisica, resistenza:I muli di prima classe erano i più robusti e venivano usati per il trasporto di armi e munizioni, in particolare per il trasporto dei pezzi d’artiglieria che si compongono di 3 pezzi: piastra, affusto e bocca da fuoco. Infatti il mortaio da 120 necessitava di almeno tre alpini per essere trasportato a spalla.
Quelli di seconda e terza classe erano, invece, più piccoli e meno resistenti e venivano solitamente usati dalla fanteria alpina per il trasporto di tende, munizioni e approvvigionamenti vari. Per assolvere al loro compito gli alpini furono dunque dotati del fedele alleato sin dalle loro origini. Infatti ad ogni compagnia fu assegnato un mulo ed una carretta per il trasporto di vettovagliamenti e munizioni. Il binomio mulo-alpino ha dunque la stessa origine del Corpo stesso. Nel 1877 con atto n° 132 veniva decisa la marcatura che avveniva a fuoco sulla fascia esterna dello zoccolo anteriore sinistro a distanza di 15 mm. Tale numero veniva rinnovato per l’accrescimento dell’unghia o per la ferratura dell’animale. Vista la sua utilità già nel 1888 il numero dei muli salì a 8 diventando di fatto un ’’soldato a quattro zampe’’, ma la vera simbiosi iniziò durante la Grande Guerra.
Brossura morbida a filo illustrata a colori, titoli color ocra, formato in 8° cm. 16,5 x 24, bel fregio in tricromia della divisione alpina ’Julia’ in antiporta , pagine XV + 123 . Numerose illustrazioni e disegni in b/n intercalate n/t. Condizioni usato allo stato del nuovo, eccezionale freschezza dell’opera , firma dell’Autore in copertina. Edizione fuori commercio ad uso delle forze armate Alpine , manuale rarissimo e ricercatissimo allo stato del nuovo, splendido pezzo da collezione. Opera arricchita da : volumetto ( cm. 11 x 17,5) ’’ Le fiaccature del mulo ’’ , pagine 19, edito a cura Ministero della difesa nel 1963 , ( prefazione a cura del ministro Andreotti) e cartonato composto da quattro facciate riportante 11 passaggi de ’’Il mulo al suo conducente ’’ ( veramente affettuoso) - ’’……Quando andrai in congedo non dimenticare che ti ho servito con tutte le forze e compensami nell’atto in cui mi dai in consegna al nuovo conducente . Spiegagli i miei difetti, digli che mi tratti bene e ne trarrà vantaggio’’.
Introvabile e curioso lotto che racchiude tutti i passaggi nei rapporti tra il ’’ il mulo alpino e il suo conducente’’.
Il presente volume fa parte della mia collezione personale.










 

Condizioni di vendita per il libro "Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli.":
Pagamenti accettati : Pagamento anticipato tramite Bonifico bancario o ricarica Postepay.

Invio tramite spedizioni raccomandate tracciabili ( pieghi di libri), il costo da quantificare al momento dell’ordine da aggiungere al prezzo del libro.


Per una maggiore sicurezza
richiedi una spedizione tracciabile
(come il Piego di Libri  Raccomandato)
e un recapito telefonico
 

Invia la tua richiesta per "Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli."

il tuo nome e cognome


 

il tuo indirizzo email
verifica attentamente che l'indirizzo sia corretto, altrimenti il venditore non potrà ricontattarti.


 

Chiedo INFORMAZIONI su questo libro
Desidero iniziare una TRATTATIVA
Desidero ACQUISTARE questo libro

Scrivi qui la tua richiesta:

se vuoi acquistare il libro, scrivi il tuo indirizzo per la spedizione

Non inserire link a siti esterni

IMPORTANTE:  LEGGERE MOLTO ATTENTAMENTE  

LIBRI DI SCUOLA, ma non solo

Per l'acquisto dei libri è VIVAMENTE CONSIGLIATO, onde evitare truffe, attenersi a questa semplice procedura:

  • richiedere una spedizione tracciabile (piego di libri raccomandato) ed esigere il codice per la tracciabilità
  • richiedere esclusivamente un sistema di pagamento sicuro (Paypal), non una ricarica Postepay
  • non utilizzare mai la formula "invia denaro a Familiari/Amici"
    il venditore non pagherà le commissioni ma tu non potrai avere la protezione acquirenti e quindi non potrai eventualmente aprire una contestazione e chiedere il rimborso
  • se non viene fornito il codice di tracciabilità E IL LIBRO NON ARRIVA, entro 45 giorni aprire una contestazione su Paypal per avere il rimborso

  • VERIFICARE IL CODICE ISBN DEL LIBRO

 
1) Una copia del messaggio verrà inoltrata anche a te per confermarti l'invio.
Poichè l'email potrebbe essere contrassegnata come spam, ti preghiamo di aggiungere *@comprovendolibri.it alla tua "lista bianca"
Se non la ricevi, verifica di aver inserito correttamente il tuo indirizzo email.

2) Controlla sempre le segnalazioni prima di effettuare il pagamento

3) Ricordiamo che la spedizione con "PIEGO DI LIBRI ORDINARIO" risulta essere NON TRACCIABILE e  quindi non da diritto ad alcun codice per monitorare lo stato di giacenza del pacco durante il suo spostamento. I tempi di consegna variano da 2 a 45 giorni.
Se chiedi la spedizione con "Piego di Libri ordinario", dichiari di accettare tutti i rischi e i pericoli, quali possono essere smarrimenti, furti, mancati recapiti da parte di portalettere appartenenti a Poste Italiane e di sollevare il venditore da ogni responsabilità inerente a queste problematiche in quanto non dipendenti dal suo operato.
NON SONO ACCETTATI FEEDBACK O SEGNALAZIONI INERENTI A QUESTA PROBLEMATICA.


D.LGS 205/2006 - D.LGS 21/2014
Aggiornato al 13 giugno 2014

Articolo 3
Definizioni

1. Ai fini del presente codice ove non diversamente previsto, si intende per :
a) consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta ;
...
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, ovvero un suo intermediario;

Articolo 63
Passaggio del rischio
1. Nei contratti che pongono a carico del professionista l’obbligo di provvedere alla spedizione dei beni il rischio della perdita o del danneggiamento dei beni, per causa non imputabile al venditore, si trasferisce al consumatore soltanto nel momento in cui quest’ultimo, o un terzo da lui designato e diverso dal vettore, entra materialmente in possesso dei beni.
2. Tuttavia, il rischio si trasferisce al consumatore gia’ nel momento della consegna del bene al vettore qualora quest’ultimo sia stato scelto dal consumatore e tale scelta non sia stata proposta dal professionista, fatti salvi i diritti del consumatore nei confronti del vettore.

gazzettaufficiale.it
Codiceconsumo.pdf

Se hai letto attentamente

per "Manuale pratico Per l’Ufficiale ed il Sottoufficiale dei reparti che impiegano i muli."

 

 

 

 




 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-20 SARAIN MARCO - Padova (IT) - p.IVA 05180180282