Accedi o Registrati
 
Librifolli - Alessandria
Titolo 
Autore 

 
ricerca avanzata
ricerca multipla


 

ricerca avanzata         ricerca multipla

BIBLIOTECA DI BABELE

Comprovendolibri.it utilizza cookies e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookies, consulta la nostra Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookies
.

chiudi
Comprovendodischi.it



Porta in Alto









 
Misopogon Libri Usati







 

 

 
 
Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo

 

Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo
 

Autore: Giovanni Della Casa
Editore: In Venezia, ed in Milano, nelle stampe di Francesco Agnelli
Anno:1745
Condizioni: BUONE CONDIZIONI
Categoria: Galateo Settecentina Costumi Comportamento Giovanni Della Casa
ID titolo:48708677

"Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo" è in vendita da giovedì 1 febbraio 2018 alle 14:51 in provincia di Parma

Note su "Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo":
Trattato di messer Giovanni della Casa, nel quale sotto la persona d’un vecchio idiota ammaestrante un suo giovanetto, si ragionade modi, che si debbono o tenere, o schifare nella comune conversatione, cognominato Galatheo overo de costumi.(titolo completo)
Il Galateo overo de’ costumi, noto comunemente come Galateo, è un breve trattato scritto da Giovanni Della Casa (1503-56) probabilmente negli anni in cui si ritirò nell’abbazia di Sant’Eustachio presso Nervesa, nel trevigiano, tra il 1551 e il 1555, e pubblicato postumo nel 1558. L’opera era stata preceduta da un breve trattato in latino sullo stesso argomento, il De officiis inter tenuiores et potentiores amicos (1546). Allusioni indirette presenti nel testo del Galateo fanno ritenere che il trattato sia stato scritto tra il 1550 e il 1552, in un periodo di tranquillità seguito alla rinuncia di molte sue cariche e precedente la nomina a Segretario di stato voluta da Papa Paolo IV. L’opera fu dedicata a Galeazzo Florimonte, vescovo prima di Aquino e poi di Sessa Aurunca (da ciò il titolo dell’opera, infatti Galatheus è la forma latina del nome del dedicatario). Le edizioni del Galateo si rifanno sostanzialmente al testo del manoscritto Vaticano Latino (ex Parraciani Ricci) apografo, ma con correzioni autografe (ha valore quindi di autografo) e all’editio princeps (Vulgata) edita a Venezia e curata da Erasmo Gemini (segretario di Della Casa). La problematicità della scelta delle due lezioni proviene dal fatto che solo il manoscritto è certificato come lezione d’autore (correzioni di Della Casa stesso) mentre discutibile è lo sviluppo del testo nella princeps: per una corretta focalizzazione sulla differenza tra varianti diventa importante il confronto tra l’edizione critica Scarpa (basata usualmente sulla princeps e influenzata dal lavoro di Prezzolini) e l’edizione a cura di Barbarisi (con il riferimento del Vaticano Latino).
Il trattato, scritto in forma di dialogo platonico, per quanto l’interlocutore stia in ascolto del vecchio per tutto il trattato, condensa le molteplici esperienze di diplomazia e di vita cortigiana accumulate in qualità di Nunzio apostolico a Venezia e Segretario di stato durante il pontificato di Papa Paolo III. Dietro il giovinetto si cela Annibale, il nipote prediletto dell’autore. I trenta capitoli sono stati aggiunti nell’editio princeps probabilmente dall’editore: il manoscritto Vaticano Latino (ex Parraciani Ricci) infatti ne è sprovvisto.L’opera si inserisce nel filone umanistico e didascalico che, prendendo le mosse dall’opera allegorica di Brunetto Latini e dal Fiore dantesco, attraverso le speculazioni degli Umanisti del Quattrocento raggiunge i suoi culmini con il Cortegiano (1513-1518) di Baldassarre Castiglione, gli Asolani (1505) e le Prose della volgar lingua (1525) di Pietro Bembo. Alla radice dell’ispirazione dell’autore sta lo stesso concetto di Grazia e di decoro caratteristici dell’opera del Castiglione; tuttavia il modello etico ed estetico dell’uomo rinascimentale nel Galateo non viene ristretto alla nobiltà, ma dichiarato raggiungibile ed esemplabile da tutti.
Legatura ottocentesca tutta pelle con tassello al dorso e titoli e cornicine in oro al dorso, formato in 16° piccola cm. 9,5 x 15,5 , sguardie figurate a colori, bella marca xilografica in b/n al frontespizio , capilettere e finalini. Pagine (rifilate) (2) + 6 ( Vita di Monsignor Della Casa scritta da Filippo Bulifon) + 274. Testo in volgare ( Toscano) e Latino ( a fronte) , tagli colorati rosso. Legatura con abrasioni diffuse ai piatti e dorso, rari fori di tarlo al dorso superiore, pagine interne molto buone, nessuna fioritura, pagine croccanti, bellissima carta ancora bianchissima, nel complesso ottimo esemplare , legatura solidissima, nessuna mancanza.
Rarissima edizione settecentesca dell’editore Francesco Agnelli ( Venezia & Milano) del famoso Galateo di Monsignor Giovanni della Casa.
Il presente volume fa parte della mia collezione personale.



 

Cerca il titolo su

           

 

Chiedi un contatto per avere informazioni o eventuale acquisto del libro:
"Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo"
Utente verificato paolopr64 Telefono disponibile
vende "Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo"  di Giovanni Della Casa in provincia di Parma

Segui     Controlla le segnalazioni

Ha utilizzato Comprovendolibri 2 giorni fa.

feedback positivi 91 positivi    

feedback positivi 91 positivi

Vedi tutti i Feedback

Tempo medio di risposta del venditore: entro 5 ore  (calcolato su 79 compravendite)

Informazioni sul venditore:
Galateo Settecentina Costumi Comportamento Giovanni Della Casa. Trattato di messer Giovanni della Casa, nel quale sotto la persona d’un vecchio idiota ammaestrante un suo giovanetto, si ragionade modi, che si debbono o tenere, o schifare nella comune conversatione, cognominato Galatheo overo de costumi.(titolo completo)
Il Galateo overo de’ costumi, noto comunemente come Galateo, è un breve trattato scritto da Giovanni Della Casa (1503-56) probabilmente negli anni in cui si ritirò nell’abbazia di Sant’Eustachio presso Nervesa, nel trevigiano, tra il 1551 e il 1555, e pubblicato postumo nel 1558. L’opera era stata preceduta da un breve trattato in latino sullo stesso argomento, il De officiis inter tenuiores et potentiores amicos (1546). Allusioni indirette presenti nel testo del Galateo fanno ritenere che il trattato sia stato scritto tra il 1550 e il 1552, in un periodo di tranquillità seguito alla rinuncia di molte sue cariche e precedente la nomina a Segretario di stato voluta da Papa Paolo IV. L’opera fu dedicata a Galeazzo Florimonte, vescovo prima di Aquino e poi di Sessa Aurunca (da ciò il titolo dell’opera, infatti Galatheus è la forma latina del nome del dedicatario). Le edizioni del Galateo si rifanno sostanzialmente al testo del manoscritto Vaticano Latino (ex Parraciani Ricci) apografo, ma con correzioni autografe (ha valore quindi di autografo) e all’editio princeps (Vulgata) edita a Venezia e curata da Erasmo Gemini (segretario di Della Casa). La problematicità della scelta delle due lezioni proviene dal fatto che solo il manoscritto è certificato come lezione d’autore (correzioni di Della Casa stesso) mentre discutibile è lo sviluppo del testo nella princeps: per una corretta focalizzazione sulla differenza tra varianti diventa importante il confronto tra l’edizione critica Scarpa (basata usualmente sulla princeps e influenzata dal lavoro di Prezzolini) e l’edizione a cura di Barbarisi (con il riferimento del Vaticano Latino).
Il trattato, scritto in forma di dialogo platonico, per quanto l’interlocutore stia in ascolto del vecchio per tutto il trattato, condensa le molteplici esperienze di diplomazia e di vita cortigiana accumulate in qualità di Nunzio apostolico a Venezia e Segretario di stato durante il pontificato di Papa Paolo III. Dietro il giovinetto si cela Annibale, il nipote prediletto dell’autore. I trenta capitoli sono stati aggiunti nell’editio princeps probabilmente dall’editore: il manoscritto Vaticano Latino (ex Parraciani Ricci) infatti ne è sprovvisto.L’opera si inserisce nel filone umanistico e didascalico che, prendendo le mosse dall’opera allegorica di Brunetto Latini e dal Fiore dantesco, attraverso le speculazioni degli Umanisti del Quattrocento raggiunge i suoi culmini con il Cortegiano (1513-1518) di Baldassarre Castiglione, gli Asolani (1505) e le Prose della volgar lingua (1525) di Pietro Bembo. Alla radice dell’ispirazione dell’autore sta lo stesso concetto di Grazia e di decoro caratteristici dell’opera del Castiglione; tuttavia il modello etico ed estetico dell’uomo rinascimentale nel Galateo non viene ristretto alla nobiltà, ma dichiarato raggiungibile ed esemplabile da tutti.
Legatura ottocentesca tutta pelle con tassello al dorso e titoli e cornicine in oro al dorso, formato in 16° piccola cm. 9,5 x 15,5 , sguardie figurate a colori, bella marca xilografica in b/n al frontespizio , capilettere e finalini. Pagine (rifilate) (2) + 6 ( Vita di Monsignor Della Casa scritta da Filippo Bulifon) + 274. Testo in volgare ( Toscano) e Latino ( a fronte) , tagli colorati rosso. Legatura con abrasioni diffuse ai piatti e dorso, rari fori di tarlo al dorso superiore, pagine interne molto buone, nessuna fioritura, pagine croccanti, bellissima carta ancora bianchissima, nel complesso ottimo esemplare , legatura solidissima, nessuna mancanza.
Rarissima edizione settecentesca dell’editore Francesco Agnelli ( Venezia & Milano) del famoso Galateo di Monsignor Giovanni della Casa.
Il presente volume fa parte della mia collezione personale.


 

Condizioni di vendita per il libro "Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo":
Pagamenti accettati : Pagamento anticipato tramite Bonifico bancario o ricarica Postepay.

Invio tramite spedizioni raccomandate tracciabili ( pieghi di libri), il costo da quantificare al momento dell’ordine da aggiungere al prezzo del libro.


Per una maggiore sicurezza
richiedi una spedizione tracciabile
(come il Piego di Libri  Raccomandato)
e un recapito telefonico
 

Invia la tua richiesta per "Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo"

il tuo nome e cognome


 

il tuo indirizzo email
verifica attentamente che l'indirizzo sia corretto, altrimenti il venditore non potrà ricontattarti.


 

Chiedo INFORMAZIONI su questo libro
Desidero iniziare una TRATTATIVA
Desidero ACQUISTARE questo libro

Scrivi qui la tua richiesta:

se vuoi acquistare il libro, scrivi il tuo indirizzo per la spedizione

Non inserire link a siti esterni

IMPORTANTE:  LEGGERE MOLTO ATTENTAMENTE  

LIBRI DI SCUOLA, ma non solo

Per l'acquisto dei libri è VIVAMENTE CONSIGLIATO, onde evitare truffe, attenersi a questa semplice procedura:

  • richiedere una spedizione tracciabile (piego di libri raccomandato) ed esigere il codice per la tracciabilità
  • richiedere esclusivamente un sistema di pagamento sicuro (Paypal), non una ricarica Postepay
  • non utilizzare mai la formula "invia denaro a Familiari/Amici"
    il venditore non pagherà le commissioni ma tu non potrai avere la protezione acquirenti e quindi non potrai eventualmente aprire una contestazione e chiedere il rimborso
  • se non viene fornito il codice di tracciabilità E IL LIBRO NON ARRIVA, entro 45 giorni aprire una contestazione su Paypal per avere il rimborso

  • VERIFICARE IL CODICE ISBN DEL LIBRO

 
1) Una copia del messaggio verrà inoltrata anche a te per confermarti l'invio.
Poichè l'email potrebbe essere contrassegnata come spam, ti preghiamo di aggiungere *@comprovendolibri.it alla tua "lista bianca"
Se non la ricevi, verifica di aver inserito correttamente il tuo indirizzo email.

2) Controlla sempre le segnalazioni prima di effettuare il pagamento

3) Ricordiamo che la spedizione con "PIEGO DI LIBRI ORDINARIO" risulta essere NON TRACCIABILE e  quindi non da diritto ad alcun codice per monitorare lo stato di giacenza del pacco durante il suo spostamento. I tempi di consegna variano da 2 a 45 giorni.
Se chiedi la spedizione con "Piego di Libri ordinario", dichiari di accettare tutti i rischi e i pericoli, quali possono essere smarrimenti, furti, mancati recapiti da parte di portalettere appartenenti a Poste Italiane e di sollevare il venditore da ogni responsabilità inerente a queste problematiche in quanto non dipendenti dal suo operato.
NON SONO ACCETTATI FEEDBACK O SEGNALAZIONI INERENTI A QUESTA PROBLEMATICA.


D.LGS 205/2006 - D.LGS 21/2014
Aggiornato al 13 giugno 2014

Articolo 3
Definizioni

1. Ai fini del presente codice ove non diversamente previsto, si intende per :
a) consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta ;
...
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, ovvero un suo intermediario;

Articolo 63
Passaggio del rischio
1. Nei contratti che pongono a carico del professionista l’obbligo di provvedere alla spedizione dei beni il rischio della perdita o del danneggiamento dei beni, per causa non imputabile al venditore, si trasferisce al consumatore soltanto nel momento in cui quest’ultimo, o un terzo da lui designato e diverso dal vettore, entra materialmente in possesso dei beni.
2. Tuttavia, il rischio si trasferisce al consumatore gia’ nel momento della consegna del bene al vettore qualora quest’ultimo sia stato scelto dal consumatore e tale scelta non sia stata proposta dal professionista, fatti salvi i diritti del consumatore nei confronti del vettore.

gazzettaufficiale.it
Codiceconsumo.pdf

Se hai letto attentamente

per "Il Galateo di M. Giovanni Della Casa, volgare e latino. Giuntovi il Trattato degli Uffizi comuni, ed alcune prose, e poesie del medesimo"

 

 

 

 




 
   
Contatti: staff@comprovendolibri.it
Segnalazione errori: assistenza@comprovendolibri.it
Informativa sulla Privacy (GDPR) e utilizzo dei cookies
rel. 6.5 Copyright 2000-20 SARAIN MARCO - Padova (IT) - p.IVA 05180180282